Read e-book online Da ›tragedia‹ e ›commedia‹ a ›lode‹ e ›biasimo‹ PDF

By Giuseppe Serra (auth.)

ISBN-10: 3476028798

ISBN-13: 9783476028792

ISBN-10: 3476452964

ISBN-13: 9783476452962

Show description

Read or Download Da ›tragedia‹ e ›commedia‹ a ›lode‹ e ›biasimo‹ PDF

Similar ancient civilizations books

Download PDF by Nic Fields: The Hun: Scourge of God AD 375-565

The Huns have been the main feared and infamous barbarians of the traditional international. The notorious Attila, king of the Huns, and his topics have been identified to their Roman enemies because the 'scourge of god'. They have been Turco-Mongol nomads, originating from the steppes of critical Asia who migrated westward, transferring complete international locations and leaving devastation of their wake.

Terry Deary's The Plot on the Pyramid PDF

The nice Pyramid is a full of life position to paintings. the one inflammation is Antef, the fussy, bullisome manager who makes every person believe extra like slaves than unfastened staff: loads in order that they prove happening strike to protest opposed to him! while Antef disappears, the employees are blamed. the one witness is Dafia, yet she remains silent to guard her father.

Additional resources for Da ›tragedia‹ e ›commedia‹ a ›lode‹ e ›biasimo‹

Example text

417: trad. ll narratorein Angelus Novus, p. 242). Per Aristotele e soltanto Ia giusta lunghezza quella ehe rende i «miti» facili da ricordare (1451a5-6). 166 «Bencbe si muovesse liberamente- osserva Kierkegaard in un saggio contenuto in Aut-aut e intitolato ll riftesso del tragico antico nel tragico moderno (p. 24) -, l'individuo [nel mondo antico] restava nell'ambito delle determinazioni sostanziali, nello stato, nella famiglia, nel fato. Questa determinazione sostanziale Ia vera e propria fatalita della tra~edia greca, e Ia sua vera e propria caratteristica».

116. «il carattere 43 Da 'tragedia' e 'commedia' a 'Iode' e 'biasimo' (mul:uika). Certo anche Avicenna sapeva ehe at-tarägürjiyyät, ovvero le «tragedie», come egli eontinua a ehiamare gli eneomi dei greci, imitano le azioni e Ia vita, perehe eosi leggeva nella sua Poetica araba 200 : ma ad a'mäl di Abü Bisr Avicenna preferisee af'äl, forse perehe fi'l, ehe nel linguaggio dei filosofi signifieava speeialmente 1' «atto» rispetto alla «potenza», quwwa, gli sembrava piu adatto a designarequelle realizzazioni eonerete delle qualita morali di un uomo ehe sono appunto i suoi «atti»: «Ia {arägiit}iyyä- egli serive 201 -non imita le persone in se stesse, bensi ne imita i earatteri ( 'ädät), le azioni (af'äl), lo stile di vita e Ia felieita: il suo diseorso verte piu sulle azioni (af'ä[) ehe sugli abiti morali (abläq), e quando (i greci) menzionavano gli abiti morali, lo faeevano per le azioni.

Per questa ragione, in fondo, le commedie e le tragedie cui si riferiva Aristotele si erano potute trasformare, e quasi col suo permesso, in poesie di biasimo e di Iode. Ora una diretta ed esplicita pronuncia divina autorizzaval'irresistibile inclinazione umana a giudicare, nel rispetto di regole cui la morale degli antichi sapienti greci non sembrava contraddire. La Iode della virtu e il biasimo del vizio divennero naturalmente il compito della poesia, della quale Aristotele aveva mostrato la serieta ed indicato la vocazione edificante: «invero il poeta - dice Averroe commentando Aristotele - parla soltanto di cose ehe esistono o sono possibili, perehe queste sono le cose ehe suo proposito far evitare o inseguire al popolo» 197 • Virtu e vizio, aveva detto il Maestro Primo nella Retorica, sono il naturale bersagHo di chi loda o biasima 198 , e neUe poesie di Iodeil ritratto del lodato, 1' «imitazione» del suo «carattere», occupa di diritto il primo piano.

Download PDF sample

Da ›tragedia‹ e ›commedia‹ a ›lode‹ e ›biasimo‹ by Giuseppe Serra (auth.)


by Ronald
4.0

Rated 4.37 of 5 – based on 9 votes